Coaguli di sangue in gravidanza in aumento con FIV

Coaguli di sangue in gravidanza in aumento con FIV

9 cose che non sai sulle mestruazioni (Luglio 2019).

Anonim

Il rischio generale di avere coaguli di sangue durante la gravidanza è estremamente basso, con solo 1 su 1.000 gravidanze colpite. Secondo un recente studio pubblicato su BMJ, le donne che concepiscono con l'aiuto della fecondazione in vitro sono più probabilità di soffrire di macchie di sangue rispetto alle donne che concepiscono naturalmente.

Lo studio ha raccolto dati da circa 24.000 donne che hanno concepito dopo la fecondazione in vitro e ha confrontato i dati con i dati raccolti da circa 117.000 donne che hanno concepito in modo naturale. Il tasso di coaguli di sangue nella popolazione di IVF era 4, 2 per 1.000 rispetto a 2, 5 per 1.000 nel gruppo di concezione naturale. Quando i ricercatori hanno confrontato il rischio per trimestre, le donne nel gruppo FIV avevano un rischio più elevato di coaguli di sangue con 1, 5 casi per 1.000 gravidanze rispetto a 0, 5 casi per 1.000 gravidanze con concepimento naturale.

Secondo lo studio, le donne che si sottopongono alla FIVET presentano un rischio quattro volte superiore per lo sviluppo di trombosi venosa e sette volte più elevato per lo sviluppo di embolia polmonare rispetto alle donne che hanno concepito in modo naturale. Mentre il divario di rischio si chiudeva significativamente con il progredire delle gravidanze, il gruppo IVF manteneva costantemente il fattore di rischio più elevato.

La trombosi venosa è una condizione in cui si possono sviluppare coaguli di sangue nelle vene. La trombosi venosa profonda, un tipo di trombosi venosa, può portare a embolia polmonare. L'embolia polmonare si verifica quando un coagulo di sangue blocca l'arteria principale nel polmone. L'embolia polmonare può portare a morte improvvisa.

I medici coinvolti nello studio ritengono che le donne dovrebbero essere a conoscenza del rischio aumentato di coaguli di sangue durante la gravidanza che vengono con i trattamenti di fecondazione in vitro. Se vengono diagnosticati coaguli di sangue, le donne in gravidanza possono essere trattate con anticoagulanti per ridurre il rischio per la salute della donna incinta e del feto.

Fonte: Peter Henriksson, Ph.D. Eli Westerlund, Håkan Wallén, Lena Brandt, Outi Hovatta, Anders Ekbom. Incidenza di tromboembolia polmonare e venosa in gravidanze dopo fecondazione in vitro: studio trasversale. BMJ 2013; 346 doi: //dx.doi.org/10.1136/bmj.e8632.

  • BMJ