Crioconservazione in pazienti a rischio di sindrome da iperstimolazione ovarica

Crioconservazione in pazienti a rischio di sindrome da iperstimolazione ovarica

Sindrome da iperstimolazione ovarica nella FIVET e nella ICSI (Giugno 2019).

Anonim

I ricercatori della Harvard Medical School e del Massachusetts General Hospital hanno recentemente completato uno studio preliminare sull'impatto della crioconservazione sulla dimensione gestazionale e sul rischio di preeclampsia nei pazienti a rischio di estradiolo di picco elevato e iperstimolazione ovarica. I ricercatori ritenevano che la crioconservazione ridurrebbe il rischio di preeclampsia e di piccole nascite in età gestazionale.

Lo studio di coorte ha coinvolto 20 partecipanti volontari per la crioconservazione di tutti gli embrioni. Gli embrioni sono stati successivamente scongelati e utilizzati per il trasferimento degli embrioni. Il gruppo di controllo consisteva in 32 donne che hanno scelto il trasferimento di embrioni freschi al posto della crioconservazione e del criotaxo.

Il tasso di preeclampsia e di piccole nascite per età gestazionale era inferiore nel gruppo di crioconservazione. Sono stati presi in considerazione diversi fattori, tra cui il picco del livello di estradiolo nel siero e l'indice di massa corporea, ma non ha modificato il significato clinico tra i due gruppi. Di tutte le donne nello studio, solo sette preeclampsia esperte e tutte facevano parte del gruppo di trasferimento di embrioni freschi.

I risultati dello studio, fino ad ora, rafforzano l'ipotesi che la crioconservazione e il criotrasmettitore prima del trasferimento dell'embrione riducano significativamente la possibilità di preeclampsia e di piccole dimensioni per la nascita in età gestazionale.

Fonte: Imudia AN, Awonuga AO, Kaimal AJ, Wright DL, Styer AK, Toth TL. La criopreservazione elettiva di tutti gli embrioni con successivo trasferimento di embrioni di criotide in pazienti a rischio di sindrome da iperstimolazione ovarica riduce il rischio di esiti ostetrici avversi: uno studio preliminare. Fertil Steril. 2012 set 28. pii: S0015-0282 (12) 02188-7. doi: 10.1016 / j.fertnstert.2012.08.060.

//www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23025881