Febbre, sviluppo e autismo: c'è una connessione?

Febbre, sviluppo e autismo: c'è una connessione?

euronews science - Lotta contro il morbillo: vaccinarsi o no? (Giugno 2019).

Anonim

L'autismo è l'argomento di studio intenso perché non c'è una causa nota. I ricercatori stanno cercando possibili cause prima, durante e dopo la gravidanza. Uno studio recente potrebbe aver sbloccato un piccolo pezzo del puzzle. Quando una donna incinta soffre di febbre, il rischio di ritardo dello sviluppo e autismo aumenta di due volte, ma l'assunzione di farmaci per ridurre o controllare la febbre ha invertito l'impatto negativo. Ciò significa che potrebbe esserci una connessione tra autismo e temperatura corporea. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Autism and Developmental Disorders.

I risultati fanno parte dello studio CHARGE in corso di completamento presso la UC Davis. CHARGE è sinonimo di rischio di autismo infantile da studio di genetica e ambiente. L'unico scopo dello studio è trovare una causa genetica o ambientale per l'autismo. La connessione della febbre è importante perché la causa della febbre non ha avuto importanza in termini di esito. La febbre è la risposta naturale del corpo all'infiammazione. L'infiammazione può essere associata a obesità, lesioni e infezioni.

Ciò significa che la portata dei risultati è più ampia della sola connessione tra febbre, autismo e ritardo dello sviluppo. Guardando i risultati con una visione più ampia, è possibile stabilire una connessione tra autismo e obesità e condizioni infiammatorie croniche, entrambe le quali possono causare un aumento della temperatura corporea o della febbre.

CHARGE studia bambini di età compresa tra due e cinque anni. Alcuni bambini hanno autismo, alcuni bambini hanno ritardo nello sviluppo e altri bambini non ne hanno (controllo). La popolazione totale dello studio è solo più di 1.000. Secondo le informazioni raccolte come parte dello studio, la febbre ha aumentato il rischio di ritardo dello sviluppo e l'autismo di due volte. L'assunzione di farmaci per combattere la febbre ha eliminato l'aumento del rischio.

Secondo i ricercatori, le donne incinte dovrebbero assumere il controllo dei farmaci per ridurre la febbre e cercare l'attenzione dal loro ostetrico se la febbre non si risolve in modo tempestivo.

Fonte: Irva Hertz-Picciotto, Ousseny Zerbo, Robin Hansen, Sally Orzonoff, Cheryl Walker, Ana-Maria Iosif. CHARGE e UC Davis. 11 giugno 2012.