L'RNA nel sangue fornisce un video dinamico della vita nell'utero

L'RNA nel sangue fornisce un video dinamico della vita nell'utero

213th Knowledge Seekers Workshop March 1, 2018 (Giugno 2019).

Anonim

Stephen Quake è di nuovo lì. Negli ultimi anni, ha sviluppato un test non invasivo basato sul DNA per determinare se un feto ha anomalie cromosomiche che portano a malattie come la sindrome di Down. Si stima che oltre mezzo milione di donne abbiano fatto il test nel 2013.
Ora, Quake e il suo team di ricercatori della Stanford University in California hanno compiuto un ulteriore passo in avanti, sviluppando un test che utilizza un piccolo campione di sangue di una donna incinta per monitorare l'attività dell'RNA di un feto in varie fasi durante la gravidanza. Se il test del DNA già in uso è paragonato a una fotografia della vita nell'utero, il test dell'RNA è più simile a un video.
Quake è citato come autore senior del documento di ricerca basato sullo studio dell'RNA; è un professore di fisica applicata e bioingegneria a Stanford. Gli autori principali dello studio sono Winston Koh e Wenying Pan, entrambi studenti laureati a Stanford.
La combinazione unica di materiale genetico che ogni persona riceve dai suoi genitori rende ogni persona completamente unica. Ogni cellula del corpo contiene DNA, che non cambia nel corso della vita; i geni con cui siamo nati sono i geni con i quali moriremo.
Come il corpo utilizza quel DNA è il risultato dell'RNA, che rimane attivo - dinamico - per tutta la vita. Con il progredire della vita, il DNA utilizza un RNA come un messaggero per creare le proteine ​​necessarie per far fronte a eventi quotidiani quali dieta, esercizio fisico, stress ed esposizione alle tossine.
Quando una cellula muore, si disintegra, lasciando alcuni resti di DNA e RNA liberi di fluttuare attraverso il flusso sanguigno. Quando una donna è incinta, parte del DNA fluttuante e RNA nel suo sangue proviene dal suo bambino.
Quake ha usato questo DNA fluttuante per sviluppare il suo test per le anomalie cromosomiche fetali. Testare l'RNA è stata una sfida, però, perché c'è così poco nel sangue. Le nuove tecnologie, tuttavia, richiedono solo un piccolo campione per il test e rendono l'analisi così precisa che l'RNA materno e fetale può essere identificato separatamente. È così preciso, Quake e il suo gruppo di ricerca sono in grado di identificare da quale singolo organo fetale proviene l'RNA e quale proviene dalla placenta.
Quando i campioni di RNA messaggero nella circolazione sanguigna della madre vengono testati a vari intervalli nel corso di una gravidanza, è possibile ottenere una valutazione costante della salute del feto in quanto cambia nel corso della gestazione. Quake, che paragona il test dell'RNA a uno "stetoscopio molecolare", si aspetta che ulteriori studi portino a metodi per identificare la preeclampsia e altri fattori che contribuiscono alla nascita prematura e varie complicazioni della gravidanza. Prevede anche l'utilizzo di test RNA simili per monitorare la malattia di Alzheimer, il cancro e la salute degli organi trapiantati.
Fonte: Conger, Krista. "Il monitoraggio dei livelli di RNA nei campioni di sangue produce un'immagine dinamica dello sviluppo fetale, malattia, dicono i ricercatori." Stanford Medicine. Stanford School of Medicine. 5 maggio 2014. Web. 19 maggio 2014.